La costituzione dell’uomo moderno, o dell’Illuminismo incompiuto

Un confronto interessante fra un antropologo e un illuminista radicale intorno alle prospettive ancora incompiute dell'illuminismo.
17 aprile 2014/da Antonio Cecere

Le promesse della Costituzione

di Luigi Pannarale
Le costituzioni sono la soluzione del grande…
30 marzo 2014/da Luigi Pannarale

Laicità come principio giuridico e Costituzione

 1. Una riflessione sul carattere giuridico della laicità,…
29 marzo 2014/da Gianfranco Macrì

Ius sanguinis o ius soli? Riflessioni sulla storia politica della cittadinanza in Italia

di Vito Francesco Gironda
Quali sono le ragioni che hanno sempre…
28 marzo 2014/da Vito Francesco Gironda

L’omosessualità come problema politico

In questo saggio l'autore mostra come l’omosessualità sia un’esperienza umana che non è configurabile come problema politico nell’ambito degli assetti di potere vigenti negli Stati costituzionali contemporanei. Con questa riflessione mette in evidenza che ogni agire politico coerente, con i valori che sono alla base degli Stati liberali, deve includere l’omosessualità quale elemento naturale della persona umana. La politica non può discriminare un cittadino in base ai propri gusti sessuali perché bisogna sempre tenere conto che ogni uomo deve avere le risorse reali per tramutare i principi astratti delle Dichiarazioni e delle Costituzioni in pratiche per lo sviluppo della propria esistenza.
28 marzo 2014/da Antonio Cecere

Un profeta del neoliberismo

Il risorgere preponderante e prepotente del neoliberismo, caratterizza tutta la nostra epoca. Un'epoca in cui democrazia e politica retrocedono, sostituite dai due grandi sacerdoti della teologia neoliberista: finanza e tecnica. Per comprendere questa nuova "grande trasformazione" cui abbiamo assistito, occorre andarsi a rileggere il vero profeta del ritorno alla centralità del dio Mercato: Friedrich August von Hayek. Nelle sue pagine, infatti, troviamo il vero e proprio manifesto programmatico del neoliberismo. Quello che è stato realizzato proprio nel nostro tempo.
26 marzo 2014/da Paolo Ercolani