Il populismo in Italia, oggi: Nazione, legalità, rappresentanza

di Domenico Bilotti



Il populismo pretende di vincere a maggioranza…
6 giugno 2019/da Redazione

Non per governare, ma per andare al governo. A proposito di democrazia rappresentativa

Globalizzazione economico-finanziaria e neo-liberismo hanno…
2 giugno 2019/da Redazione

Riflessioni e altre erranze intorno a “Lumi sul Mediterraneo”

di Davide Fischanger







C’è una parola che segue un tracciato…
26 maggio 2019/da Redazione

Recensione a M. Reale, “Vivere insieme nella dignità” è un altro nome di democrazia?

in A. Cecere - A. Coratti, Lumi sul Mediterraneo, Jouvence,…
5 maggio 2019/da Redazione

La psicologia dell’attore e l’io attoriale. Sdoppiamento o estraniazione?*

Il teatro è, in primo luogo, metafora del modo di conoscere umano, per cui ragione, sensibilità corporea e sentimento dialogano insieme alla ricerca di un accordo che dia forma regolare, stabile e condivisibile alla molteplicità di impressioni che si formano nell’uomo, nella sua esperienza, con la varietà della natura; natura che gli illuministi interpretano monisticamente come un unico organismo, caratterizzato da profonda unità, ma in costante mutamento, infinitamente polimorfo; il dinamismo naturale, infatti, genera una permanente metamorfosi delle forme prodotte, le quali perciò non sono mai stabili e definitive; il divenire evoluzionistico della natura, che coinvolge la totalità vitale degli esseri inanimati ed animati, sottende però sempre la loro continuità e connessione; la natura è un corpo unitario, da conoscere qualitativamente attraverso i suoi molteplici ed inesauribili strati, non sempre «chiari e distinti»; da interpretare nelle sue leggi intrinseche per poter meglio trarne elementi di sapere e utilità.
3 maggio 2019/da Giulia Quinzi

Interpellazione e atto di perdono

di Antonino Infranca



Mentre il sovranismo dilaga in tutto…
30 aprile 2019/da Redazione
Carica di più

Archivio Video