Fuori dal gregge

esercitare il pensiero

di Antonio Coratti

Esercitare il pensiero è lo spazio di Filosofia in movimento dedicato agli studenti liceali e universitari con lo scopo di promuovere iniziative che coinvolgano i ragazzi in processi di auto-formazione. In tutti i nostri progetti, infatti, lasciamo piena libertà di espressione agli studenti che vogliano mettersi in gioco (seriamente) nel variegato campo dei processi culturali che la nostra associazione porta avanti da anni. In questo senso, il nostro approccio formativo prende corpo a partire dall’attività, dall’esercizio dei ragazzi e dalla loro volontà. Riteniamo fondamentale, oggi più che in passato, aprirsi ed ascoltare lo spirito dei giovani, cercando di comprenderlo piuttosto che biasimarlo, per avviare un confronto che conduca verso processi di auto-critica positiva da entrambe le parti.

Fuori dal gregge nasce su questi presupposti. Gli studenti che vogliano confrontarsi con i testi dei nostri autori si cimenteranno (ovviamente, previa lettura e studio!) nella stesura di una recensione che, passata al vaglio della nostra redazione, verrà pubblicata in una sezione ad hoc del nostro sito. Non si tratta, è bene sottolinearlo, di uno spazio per recensioni professionali (già consultabile, tra l’altro, su http://filosofiainmovimento.it/osservatorio-filosofico/re-m-recensioniinmovimento/ ), ma di un microcosmo per giovani lettori che, come pecore nere in un gregge sempre più affollato di non-lettori, decidano di curare la propria formazione esercitando il pensiero.

Ivan Illich, “Descolarizzare la società”

 di Denisa Cojocariu Il concetto di “descolarizzazione” è stato introdotto nella letteratura socio-pedagogica da Everett Reimer, teorico dell’educazione e autore di testi fondamentali quale School is dead: Alternatives in education. Esso raggiunge un’ampia notorietà grazie al saggio Descolarizzare la società del filosofo e pedagogista austriaco Ivan Illich, che propone una soluzione educativa alternativa alla scuola […]

Una ricerca su Marc Augé

di Barbara Iovine Etnologo e antropologo, Marc Augé nasce nel 1935 a Poitiers, in Francia. Si afferma lungo la sua carriera accademica e di studio come uno dei più noti studiosi di scienze sociali e di antropologia. La distinzione che Marc Augé opera tra l’etnologia e l’antropologia è fondata sulla diversità del “diritto di sguardo”. […]

Relazione attività asl “Cittadinanza e Costituzione”

Pubblichiamo le considerazioni della studentessa Aurora Giusti sull’esperienza maturata all’interno del progetto di Alternanza scuola-lavoro di FIM, “Cittadinanza e Costituzione”

Cittadinanza nel mondo antico e romano

a cura di Battista Angelica, De Simone Chiara, Marini Giulia, Traini Alice del liceo G. Bruno (Roma) Ad oggi la cittadinanza è la condizione del cittadino al quale lo Stato riconosce la pienezza dei diritti civili e politici. Può essere vista, quindi, come uno “status” dei cittadini che ottengono così un rapporto giuridico con lo […]

S. Žižek, Benvenuti nel deserto del reale, Meltemi, Milano, 2017

il terrorismo? Davvero, come dice Esposito, i filosofi sembrano non averlo mai pensato adeguatamente? Recentemente ripubblicato da Meltemi Editore, “Benvenuti nel deserto del reale” di Slavoj Žižek rappresenta un’occasione quanto mai fertile per poterci confrontare in maniera problematica con un avvenimento con cui siamo ancora oggi, a distanza di 7 anni, costretti a fare i conti. Nonostante una produzione bibliografica sempre più fitta, l’evento storico che segna traumaticamente l’ingresso nel XXI secolo resta per Žižek incompreso. Scritto e concepito come “saggio d’occasione” (a partire da un pamphlet uscito in Germania, a sua volta derivato da un intervento apparso in Internet), “Benvenuti nel deserto del reale” è un testo allo stesso tempo compatto e estremamente coraggioso dal punto di vista speculativo per la vastità dei riferimenti filosofici e culturali che mette in gioco.